germany-deutschland.com Deutsch English Italiano EspaÑol FranÇais 

 

 

Città della Germania - Berlino

Berlino è la capitale, nonché la più grande città della Germania, con i suoi 3.389.450 abitanti (dati del 2002).

Berlino sorge sulle rive della Sprea nel nordest della Germania. È situata, ma non ne fa parte, nel länder del Brandenburgo.

Organizzazione politica

In passato facente parte della Marca di Brandeburgo, Berlino fu capitale del Reich e della Prussia nonchè provincia prussiana fino al 1945 ed è oggi una delle tre "città-stato" tra i 16 Länder tedeschi.

Il parlamento cittadino e dello stato (di Berlino) si chiama Abgeordnetenhaus. Berlino è governata da un Regierender Bürgermeister, che è sindaco della città e capo del Bundesland al tempo stesso. Attualmente, questa carica è ricoperta da Klaus Wowereit; per i sindaci precedenti si veda: elenco dei sindaci di Berlino.

A partire dal 1 gennaio 2001, Berlino è suddivisa in 12 quartieri chiamati Bezirke, ottenuti dalla riorganizzazione dei 23 quartieri precedenti. Per una mappa e un elenco dei vecchi e nuovi nomi si veda quartieri di Berlino.

Storia

Berlino venne fondata attorno al 1200, originariamente si trattava di due città distinte Berlino e Cölln, che vennero riunite nel 1307. Berlino è dunque abbastanza vecchia, ma purtroppo non molto è giunto fino a noi di quelle antiche comunità. Oggi invece, l'impressione che si ha visitando Berlino è quella di una grande discontinuità, che riflette visibilmente i molti sconvolgimenti della storia tedesca del XX secolo.

Dopo essere stata la residenza dei Re di Prussia, Berlino divenne grande nel XIX secolo, soprattutto quando nel 1871 venne proclamata capitale dell'Impero Germanico. Mantenne lo stato di capitale anche durante la Repubblica di Weimar e sotto il regime Nazista, ragione per cui fu uno degli obbiettivi principali dei raid aerei alleati durante la seconda guerra mondiale.

Dopo la separazione in due della città alla fine della guerra; la parte est di Berlino divenne la capitale della Repubblica Democratica Tedesca DDR, mentre la capitale della Repubblica Federale Tedesca venne spostata a Bonn. Durante la Guerra Fredda, Berlino Ovest fu un isola di occidente oltre la Cortina di Ferro. Lo scontro tra i due blocchi rese visibile la separazione della città quando, il 14 agosto 1961 il governo della Germania Est innalzò il Muro di Berlino. A seguito della caduta del muro nel 1989 e con la riunificazione delle due Germanie, Berlino è tornata ad essere la capitale della Germania unita.

La città

Anche se Berlino possiede un buon numero di notevoli edifici dei secoli precedenti, la città odierna è fortemente caratterizzata dal ruolo chiave che ha giocato nella storia tedesca del XX secolo. Da una parte, ogni governo che ha avuto sede a Berlino: l'Impero Germanico del 1871, la Repubblica di Weimar, la Germania Nazista, la DDR e ora la Germania unita, ha portato avanti ambiziosi programmi urbanistici. Ognuno con un suo carattere distintivo. Dall'altra parte, Berlino è stata devastata dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, e molti dei palazzi rimasti in piedi vennero sradicati negli anni 50 e 60, a est come a ovest, per far posto a nuovi programmi architettonici. Anche se non molto è rimasto del Muro di Berlino, è possibile dire in quale parte della città ci si trova, osservando l'architettura dei palazzi.

Berlino Ovest

  • Kurfürstendamm con la Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche. La chiesa fu bombardata durante la seconda guerra mondiale e le sue rovine sono state preservate a ricordo della guerra.
  • Tiergarten (il più grande parco di Berlino), le foreste di Tegel e Grunewald.
  • Kreuzberg
  • Rathaus Schöneberg e Kennedy Platz

Mitte (centro storico e moderno)

  • Reichstag, l'antica ed attuale sede del parlamento tedesco, rinnovata da Sir Norman Foster.
  • La porta di Brandenburgo
  • Straße des 17. Juni (Viale 17 giugno)
  • Unter den Linden
  • Scheunenviertel, originariamente i sobborghi di Berlino, sono oggi un luogo di cultura alternativa, con numerosi club, bar e gallerie. In questo quartiere si trova la nuova sinagoga, in Oranienburger Straße (originalmente costruita negli anni 1860 in stile moresco e con una grande cupola dorata, e ricostruita nel 1993) e l'Hackesche Höfe, un conglomerato di edifici costruiti attorno a vari cortili, ricostruiti dopo il 1996.
  • Checkpoint Charlie, i resti di uno dei varchi nel muro di Berlino con annesso un museo.
  • Potsdamer Platz, un intero quartiere costruito da zero dopo il 1995.
  • Gendarmenmarkt
  • Rotes Rathaus, il municipio
  • La Cattedreale di Santa Edvige (St.-Hedwigs-Kathedrale)
  • Berliner Dom
  • Nikolaiviertel, con la Nicolaikirche
  • Alexanderplatz

Musei

  • L'Isola dei Musei, un'isoletta sulla Sprea, nel centro di Berlino, sede di numerosi musei.
  • Il Museo tedesco della tecnologia
  • La Neue Nationalgalerie (Nuova Galleria Nazionale), uno degli ultimi edifici di Ludwig Mies van der Rohe

Teatri

  • Schaubühne
  • Volksbühne
  • Deutsches Theater
  • Berliner Ensemble

Teatri dell'Opera

  • Deutsche Oper
  • Staatsoper Unter den Linden
  • Komische Oper

Aeroporti

  • Schönefeld International Airport, verrà ribattezzato Berlin Brandenburg International Airport nel 2007
  • Tegel International Airport, chiuderà con l'inizio dell'attività del BBI (nel 2007)
  • Tempelhof International Airport, chiuderà dopo l'inizio dei lavori di ampliamento del BBI (nel 2004)

Cultura

Dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989, il centro citta (la ex parte occidentale di Berlino Est) ospitava molte case parzialmente distrutte durante la seconda guerra mondiale e mai più ricostruite. Queste sono diventate un terreno fertile per vari tipi di controcultura e cultura underground, nonchè di molti nightclub, compreso il famoso Tresor, che è uno dei più importanti club di Musica techno del mondo. Berlino ha una ricca scena artistica, ma sta subendo una crescente pressione finanziaria, in quanto gli affitti sono aumentati da quando il governo tedesco è tornato ad avere Berlino come sede.